Blog e collaborazioni: la difficile ricerca del giusto equilibrio.

Quando si parla di Blogger, Brand e collaborazioni ci sono mille sfumature da tenere in conto.

Riuscire davvero a creare un rapporto che non sia solo di (reciproco) sfruttamento ma che sappia davvero creare valore aggiunto è sempre molto difficile.
Ad oggi, in Italia, il 95% e oltre delle collaborazioni nel mondo del Beauty si limita all’invio di press sample e/o inviti ad eventi di presentazione di un dato prodotto.

Dal lato Blogger è ormai abbastanza diffusa la percezione che le collaborazioni non equivalgono obbligatoriamente a un parere positivo e che, quando accettate, vanno dichiarate per non “imbrogliare” il lettore; alle aziende molto spesso sembrano bastare le dinamiche fin’ora costruite.

Esistono delle regole, un manifesto etico, una legge? Purtroppo, no. Come molti altri aspetti del web l’Italia, e in generale l’intera Europa, ha degli enormi vuoti legislativi che non tengono conto dell’evoluzione della rete. Così capita di trovare un post dichiaratamente sponsorizzato a fianco di un altro, dello stesso tema e tono, che invece non ha nessun disclaimer in merito: le scelte di comportamento e trasparenza sono troppo spesso lasciate all’etica del singolo. Chi sbaglia? Nessuno dei due, perché, appunto, non esiste un regolamento preciso a cui fare fede e riferimento.

Mentre in America esistono delle vere e proprie linee guida sull’utilizzo dell’ endorsement e dei testimonial, create già nel 2009 dalla Federal Trade Commission noi siamo ancora lontani dall’avere un quadro così chiaro e preciso dei ruoli e dei limiti. Ma l’esigenza di chiarezza e trasparenza, così come di affidabilità, si fanno sempre più forti. Anche perché nell’incertezza proliferano a volte iniziative poco felici, che aumentano la diffidenza tra le parti in gioco: Blogger, Aziende e lettori/clienti. Perché se Blogger e Brand sono le sole parti esplicitamente coinvolte, è sempre al lettore/cliente che ci si rivolge e che darà il vero giudizio finale.

Ad oggi però, se alcuni Blogger hanno una pagina dedicata alla loro politica rispetto alle collaborazioni, manca la voce della controparte. I criteri di scelta e le modalità di rapporto che le Aziende decidono di avere verso le Blogger sono argomento di cui non si discute, almeno non pubblicamente. Eppure sarebbe bellissimo conoscere i criteri qualitativi di scelta di un dato Brand rispetto a una data Blogger. Ovviamente, nessuno pretende che vengano rese note le strategie di marketing e di posizionamento ma una linea di comportamento generale sarebbe, credo, più che benvenuta da parte di tutti.

E già che ci siamo, mi spingo ancora oltre: l’ideale, per me, sarebbe vedere un brand costruire con i Blogger la sua policy su endorsment e collaborazioni, che stabilisca criteri e requisiti e definisca le aspettative di entrambi. Una sorta di laboratorio permanente, che abbia degli ovvi criteri di accesso ma che sappia garantire qualità per tutti i coinvolti

Tweet: yourbrand.camp

Collaborazioni e credibilità per i Blogger: si può?
 #Findthebeauty #YourBrandCamp #YBC @Ornatumulierum

 

 

Potrebbero interessarti anche:

Illamasqua: quando l'inspirazione incontra il marketing (e si fa rossetto)

Come vendere bellezza, non cliché

Primi passi alla scoperta della cosmetica Ecobio

Beauty Blog: passione e lavoro

Elena Colasante

Impiegata, sfrenata amante di rossetti (e sorrisi), Elena Colasante- in rete Hermosa- apre un blog per condividere le sue passioni. Ad oggi, sono aumentate: ama sempre sorrisi e rossetti, ma anche i Social Media.

Seguimi su: