7 modi per investire (il giusto) e fare blogging spendendo

Quante volte ti hanno suggerito la strada del blog gratuito? D’altro canto Facebook è gratis, WordPress anche e Twitter completa l’opera. Senza dimenticare Instagram.


Quindi, perché devi spendere per fare blogging?

Il motivo è chiaro e si trova nel titolo: non si tratta di buttare soldi dalla finestra ma di investire. Vuoi creare un blog di successo? Perfetto, non puoi pretendere grandi risultati a costo zero. E non basta neanche dedicare tempo, competenze e abilità proprie: a volte è proprio necessario pagare.

Pagare per avere qualcosa in cambio. Sembra un’assurdità in un web in cui tutto sembra dovuto, in realtà il blog può essere uno strumento decisivo per ottenere ciò che vuoi. Ad esempio più clienti, guadagni attraverso vendita diretta, consulenze, gettone di presenza agli eventi. Il diario online diventa, attraverso la logica dell’inbound marketing, il modo giusto per farti trovare dalle persone giuste quando hanno bisogno di te.

Il blog serve a questo: a intercettare ricerche informazionali che potrebbero essere trasformate in visite per il blog. E poi in clienti da monetizzare. Certo, se il blog rimane un passatempo diventa difficile immaginare un investimento. Ma se vuoi cambiare le sorti del tuo universo professionale, se vuoi fare la differenza, hai un’unica strada da seguire.

Anzi, a essere precisi ne ho individuate 7: vediamo se sei d’accordo con me.

 

Tweet: yourbrand.camp


Creare un #blog gratis? Meglio investire il giusto. Ecco le 7 #Bloggingtips di @RiccardoE 

#YBC

 


Compra un buon hosting e un dominio per il blog

Il primo modo per spendere bene i propri soldi: un dominio di proprietà e, soprattutto, un hosting qualitativamente superiore. Sai cosa succede quando le persone iniziano a guardarsi intorno per creare un blog? Puntano verso soluzioni gratis: WordPress.com, Tumblr, Blogspot. Risultato? Difficile far decollare il blog.

Spesso si lavora in questa direzione per poca esperienza, o magari per risparmiare. Ma cosa? Il costo dell’hosting e del dominio, una somma che si aggira intorno agli 80 euro all’anno. E tutto questo per avere uno spazio di qualità, con tutta la tecnologia necessaria per restituire nel minor tempo possibile le pagine web e un’assistenza sempre presente. Vuoi un buon modo per investire i soldi? Eccolo!

 

Presentati al meglio, scegli un template superiore

Hai aperto il blog e hai scelto un template di base, una combinazione gratuita. WordPress offre diversi template gratis che svolgono il proprio lavoro. Ma hai puntato sul travel blogging, o magari sul food. Quindi vuoi qualcosa che si adatti allo stile del progetto. Vuoi un consiglio? Su Themeforest troverai quello che cerchi.

 

La consulenza specifica può cambiare il tuo blog

Blog online, template scelto. Ora il blog deve crescere e migliorare le sue prestazioni. A questo punto la consulenza potrebbe prendere la strada dell’investimento mirato. In realtà potresti affidare la creazione stessa del blog a un webmaster. Ma puoi puntare verso consulenze mirate, ad esempio per una buona ottimizzazione SEO o un piano editoriale.

Un piano editoriale per creare dei contenuti degni di nota. Ora, il tuo blog è una macchina in continuo movimento e ogni aspetto può essere migliorato. Perché non arrivano visite? perché non ci sono commenti o perché non arrivano clienti? Qui puoi investire sul serio, puoi spendere il giusto e ottenere ciò che ti serve per dare un senso al tuo lavoro. Senza dimenticare un punto: la consulenza può essere fatta per l’obiettivo che trovi nel prossimo paragrafo.

 

Impara a fare formazione continua

Se vuoi crescere devi imparare sempre e comunque. Però lo devi fare con metodo, ecco perché devi investire nella formazione. Ovvero in libri, corsi, eventi, webinar e altre forme di comunicazione professionale. Ci sono tante occasioni per imparare e ottenere tanto da chi ne sa più di te. Ma arrivato a un certo punto devi acquistare sapere.

 

Tweet: yourbrand.camp


Il tuo blog per crescere e farsi notare ha bisogno di buoni investimenti

#YBC #BloggingTips @RiccardoE



Ottieni il massimo con plugin pensati per te

Ci sono funzioni che non si trovano in un CMS di base. Per questo puoi installare i plugin, sono pensati per cucire il blog intorno alle tue esigenze. Ma poi? Ci sono altre soluzioni che possono aiutare il blog a raggiungere i risultati richiesti. Puoi aggiungere estensioni per fare lead generation, per ottimizzare il blog in chiave SEO, per aggiungere pulsanti social. Non tutto è gratuito, ecco perché se serve devi essere disposto ad acquistare ciò che ti serve.

 

Hai già pensato al visual?

Qui puoi investire un capitale interessante, ma in determinati settori è indispensabile. Mi riferisco soprattutto al food e al travel: per offrire i migliori contenuti possibili devi pensare al visual. Ovvero alle foto e ai video. Vuoi presentare una ricetta? Hai bisogno di scatti pensati e organizzati nel miglior modo possibile: devi mostrare alle persone gli ingredienti, le procedure, le tecniche. Per fare tutto questo hai bisogno di:

 

●Macchina fotografica.

●Luci e softbox

●Microfoni per interni, magari con clip.

●Programmi di fotoritocco e montaggio.

 

Tutto questo vale anche per i video. Durante un blog tour, poi, hai bisogno di altre soluzioni. Ad esempio di una GoPro per catturare i momenti più importanti del viaggio con una prospettiva speciale. insomma, qui i soldi si spendono. Ma per rivendere un servizio superiore.

 

La promozione è l’anima del tuo blog

Hai pensato alla promozione, vero? Il tuo blog è appena nato, non puoi pretendere che venga seguito e letto da un pubblico ampio e ben disposto fin dal primo giorno. Soprattutto nei circuiti più inflazionati potrebbe essere utile lavorare sulla promozione Facebook: a parte il budget necessario per spingere le landing page, puoi fare pubblicità per dare visibilità ai post che pubblichi ogni giorno. E raggiungere degli obiettivi trasversali, ma comunque essenziali per dare visibilità al progetto editoriale.

 

È necessario investire per fare blogging?

Risposta chiara: sì se vuoi ottenere buoni risultati, se vuoi creare un blog di successo. Puoi rimanere nel limbo dei blogger amatoriali a vita, o puoi trovare la tua occasione dopo pochi mesi: questo non lo puoi sapere. Però non puoi improvvisare, non puoi puntare solo sul caso. Investire vuol dire migliorare e ottenere l’obiettivo migliore. Per crescere non basta la pratica, devi investire il giusto.

Sei d’accordo? Aspetto la tua opinione nei commenti.

 

Tweet: yourbrand.camp


Come investire per far crescere il #blog

#Bloggingtips #YBC @RiccardoE

 

 

 


 

Potrebbero interessarti anche:

Come migliorare il visual del tuo food blog

Come posso far conoscere il mio blog?

Le (vere) differenze tra blog e sito web

Come diventare influencer scrivendo sul blog

9 tool per il calendario editoriale del tuo blog

Come ottimizzare il tuo travel blog (e iniziare a guadagnare)

Come creare un food blog: strategia e contenuti

Come ottenere link al proprio blog: 4 strategie che funzionano

Come aumentare le visite del blog con il tag title

5 video che miglioreranno i post del tuo blog

Come pubblicizzare il blog e aumentare la visibilità dei post

Voglio aprire un blog: 5 dubbi che devi risolvere ora

Video blogging: l’attrezzatura necessaria per fare video di qualità

L'affiliazione è un buon modo per guadagnare col blog?

Microcopy per blogging: come migliorare i tuoi testi

Perché un blogger deve fare content curation?

3 fonti da analizzare per migliorare i tuoi video

Come diventare un blogger produttivo

Video e podcast: canali alternativi per fare blogging?

Blogging: qualche consiglio per iniziare e non mollare

7 plugin Firefox indispensabili per fare blogging

Il tuo ecommerce ha bisogno di un blog?

Come e perché creare una landing page per il tuo blog

5 esempi di grande video blogging

5 consigli per iniziare alla grande il tuo Vlog

Come scoprire e ringraziare chi ti linka

Video Blogging: perché comunicare con i video?

Blogging efficace: scrivere per raggiungere risultati

Commenti del blog: quale piattaforma scegliere?

Gestire una redazione di blogger: 6 strumenti indispensabili

Come scegliere il font per il tuo blog

Strategie di blogging: come fidelizzare il lettore con i contenuti

7 tool che cambieranno la tua vita di blogger

Quali sono gli obiettivi del tuo blog?

I commenti di un blog sono veramente importanti?

Tag title e description: come accontentare Google e lettori

Google Analytics: 4 metriche indispensabili per un blogger

Come integrare i video in una blog strategy

Blog tour e turismo: binomio perfetto

Quando il blog diventa slow web

Blog e immagini: 9 strumenti per semplificarti la vita

Aziende e agenzie: come scegliere un blogger

Vuoi dare nuova vita ai vecchi post?

Blog aziendale: è proprio necessario?

7 plugin Wordpress veramente indispensabili

La blogosfera in Italia: a che punto siamo?

Visual Storytelling: le migliori app per photocollage

Un blogger tutto per te (e quando ti ricapita?)

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, webwriter e blogger freelance. Si occupa di formazione per professionisti e PMI, tiene corsi di formazione dedicati al mondo della scrittura online. Ha scritto un libro: Fare blogging, il mio metodo per scrivere contenuti vincenti. Il suo obiettivo: trasformare ogni blog in uno strumento per raggiungere grandi obiettivi.

Seguimi su: