7 plugin Wordpress veramente indispensabili

Un blog Wordpress è il miglior amico per un blogger: tutto nasce da questo CMS. Ma ci sono mille modi per migliorarlo. Io ne ho selezionati sette.

Qual è il primo passo per creare un buon blog? Sceglier un content management system, ovvero una piattaforma che ti permetta di creare e pubblicare degli articoli. Quindi tutto parte dal CMS che spesso corrisponde a un nome ben preciso: Wordpress.

La maggior parte dei blog si evolve su questa piattaforma perché è semplice, intuitiva, attenta alle esigenze SEO e alle tendenze del web design. Puoi fare tutto con Wordpress, puoi personalizzare il tuo blog come credi. E migliorare ogni aspetto. Devi solo scegliere i plugin giusti.

Tweet: yourbrand.campQuali sono i plugin indispensabili per il tuo blog?
#Bloggingtips #YourBrandCamp #YBC @RiccardoE  

 

Wordpress ha delle funzioni base. Per personalizzare il tuo blog e renderlo adatto alle tue esigenze puoi usare i plugin. Ovvero degli accessori che ti permettono di ottenere, in pochi click, quella funzione tanto desiderata. I plugin Wordpress si trovano nella directory ufficiale: sta a te decidere quelli utili. Oppure ti puoi affidare alla mia selezione: ecco quelli che non mancano mai sui miei blog.

  • SEO Wordpress by Yoast - Ovvero uno dei punti di riferimento per l’ottimizzazione SEO. Con questo plugin puoi cambiare tag title e description di qualsiasi pagina o post, puoi creare una sitemap, puoi consigliare a Facebook quale immagine usare per la condivisione e attivare le Twitter card. Puoi anche creare un footer per il feed rss e inserire dei link. Praticamente è il plugin indispensabile.
     
  • Contact Form 7 - Un altro plugin che non deve mancare sul tuo blog. Contact Form 7 è la migliore soluzione disponibile per creare dei campi per inviare email. Questo plugin è fondamentale nelle pagine contatti, ma anche nelle landing page. Ovvero nelle risorse che usi per trovare nuovi clienti.
     
  • Really Simple Share Button - Quante volte hai provato a inserire i bottoni che ti permettono di condividere un articolo? E quante volte hai dovuto rinunciare alla simmetria? I bottoni hanno spazi diversi, impossibile allinearli. Ma se usi Really Simple Share Button puoi inserire i bottoni di tutti i social in un attimo. Mantenendo una geometria invidiabile.
     
  • Click To Tweet - Un plugin con un compito fondamentale: ti permette di creare dei block quote  - ovvero delle frasi in evidenza - retweettabili. In questo modo puoi inserire all’interno del post un riferimento da condividere su Twitter. Praticamente perfetto per aumentare la diffusione dei tuoi post sui social.
     
  • Akismet - Il plugin antispam per eccellenza. Il web è pieno di personaggi che cercano di sfruttare il tuo blog per pubblicare commenti che si avvicinano pericolosamente allo spam. O che sono spam a tutti gli effetti. La soluzione per evitare brutte sorprese: usare Akismet e svuotare la cartella commenti indesiderati.
     
  • Yet Another Related Posts Plugin - La frequenza di rimbalzo è un male per il tuo blog. Non puoi permettere ai tuoi lettori di scappare dopo aver letto solo una pagina, devi rendere semplice la scoperta di nuove risorse. Puoi sfruttare un buon menu, i link interni, ma anche una serie di post alla fine dell’articolo che suggeriscono risorse collegate. Yet Another Related Posts Plugin è perfetto.

Non esagerare

Ovviamente queste non sono scelte definitive: sono le mie opzioni, quelle che uso ogni giorno. Il numero dei plugin in circolazione è in continuo aumento, ma questo non vuol dire che il tuo blog debba averli tutti. Ricorda di installare solo i plugin realmente utili, di aggiornarli sempre (a volte gli aggiornamenti risolvono dei problemi di sicurezza) e di eliminare quelli che non ti servono perché possono influenzare il caricamento delle pagine.

Io per valutare l’impatto che i plugin hanno sulla velocità del blog uso P3 (Plugin Performance Profiler). Ok, anche questo è un plugin. Ma ti permetterà di scoprire quelli che rallentano il tuo blog, così potrai eliminarli e magari trovare una soluzione alternativa. A volte basta l’aiuto di un bravo developer per sostituire un plugin con poche righe di codice. 

 

Tweet: yourbrand.campI plugin che cambieranno il tuo modo di fare blogging
#Bloggingtips #YourBrandCamp #YBC @RiccardoE  

 

 

Potrebbero interessarti anche:

 

Blog e immagini: 9 strumenti per semplificarti la vita

Aziende e agenzie: come scegliere un blogger

Vuoi dare nuova vita ai vecchi post?

Blog aziendale: è proprio necessario?

La blogosfera in Italia: a che punto siamo?

Visual Storytelling: le migliori app per photocollage

Un blogger tutto per te (e quando ti ricapita?)

 

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, webwriter e blogger freelance. Si occupa di formazione per professionisti e PMI, tiene corsi di formazione dedicati al mondo della scrittura online. Ha scritto un libro: Fare blogging, il mio metodo per scrivere contenuti vincenti. Il suo obiettivo: trasformare ogni blog in uno strumento per raggiungere grandi obiettivi.

Seguimi su: