9 tool per il calendario editoriale del tuo blog

Tutti mi chiedono come plasmare il calendario editoriale di un blog. La risposta è semplice: devi trovare, organizzare e condividere argomenti grazie a tool specifici.

 

Esatto, questa è la combinazione adatta. I tool per creare un piano editoriale sono importanti ma devono essere organizzati in base a un’ottica precisa. In primo luogo devi trovare gli argomenti per il tuo progetto editoriale.

 

Tweet: yourbrand.camp
Quali sono i tool per creare un calendario editoriale

#Bloggingtips #YBC @RiccardoE

 


Questo è un passaggio fondamentale per scegliere i temi con cognizione di causa. La scrittura online, nella sua azione professionale, deve essere orientata intorno alle esigenze del pubblico. Quindi i titoli devono tenere conto di questo passaggio.

Ma devono essere gestiti nel miglior modo possibile, non basta trovare i topic utili al progetto per gestire un calendario editoriale. Devi scovare gli argomenti, li devi organizzare e poi li devi condividere. Con chi? Con le persone che lavorano ogni giorno con te, con i clienti e i collaboratori.

Detto in altre parole, il lavoro che ruota intorno al calendario editoriale è importante. Anzi, fondamentale. E per ottenere buoni risultati devi usare gli strumenti adeguati. Io ho la mia lista, ecco i tool per realizzare un documento degno di nota.

 

Trovare i temi dei post

Questa prima parte è dedicata ai SEO tool per capire le esigenze del pubblico. Indagando in questa direzione puoi individuare titoli capaci di attirare l’attenzione, in questo modo puoi aumentare le visite dai motori di ricerca e dai social.

 

  • Keyword Planner di Google - Un classico, un tool spettacolare per avere un’idea del volume di ricerca di una parola chiave e delle query limitrofe. Un tempo dava indicazioni più precise, in ogni caso resta la base di partenza.

 

  • Ubersuggest - Un pilastro della buona scrittura online. Ubersuggest consente di individuare  tutte le correlate in ordine alfabetico. Qui è impossibile non trovare buone idee per i tuoi post migliori.

 

  • Answer The Public - Non è un tool di vecchia data come i precedenti, ma è bastato qualche mese per conquistare il cuore dei blogger. Questo strumento scopre tutte le domande che le persone fanno rispetto a un tema.

 

Questa è la base. Poi ci sono elementi avanzati ma che non sono gratis. Qualche esempio? Seozoom, Semrush e Majestic SEO. Aggiungo anche Quora e Yahoo Answer: qui pubblicano buone domande alle quali rispondere.

 

Organizzare gli argomenti

Hai definito i temi utili al tuo progetto editoriale? Perfetto, sei a buon punto. Adesso però devi organizzare le informazioni, in questo modo puoi schematizzare le azioni nel miglior modo possibile. E rendere tutto più semplice.

 

  • Coggle - Un punto di partenza essenziale per dare una struttura alla ricerca effettuata: la mappa mentale dei contenuti. Con Coogle puoi gestire questo lavoro al meglio, generando una pianificazione visuale della ricerca.

 

  • Evernote - Questo tool ha una duplice valenza: ti consente di plasmare un taccuino nel quale segnare gli appunti che trovi online, divisi per argomenti, e di organizzare le fonti per arricchire i singoli contenuti. Devi solo creare un block notes per ogni argomento e il gioco è fatto.

 

  • Feedly - Uno altro tool per gestire il calendario editoriale, in particolar modo per organizzare le fonti necessarie per arricchire i post. Questo lettore di feed rss è perfetto per individuare le fonti necessarie e migliorare il contenuto.

 

Ovviamente ci sono altre soluzioni per ottenere lo stesso risultato. Pensa alle mappe mentali, Coggle è quello che preferisco ma puoi usare tranquillamente Freemind e Mindmup che si interfaccia con Google Drive. Questa è una marcia in più.

 

Tweet: yourbrand.camp
Trova, organizza, condividi: crea un buon calendario editoriale

#Bloggingtips #YBC @RiccardoE

 


Condividi i titoli

Esatto, adesso devi mettere i titoli su un documento per condividerli con il team. magari con le persone che lavorano con te o con il cliente che ha commissionato il lavoro. Allora, quali sono i migliori tool per organizzare il calendario editoriale?

 

  • Editorial calendar - Questo plugin è decisivo per organizzare i contenuti. Il motivo è semplice: puoi avere all’interno del blog uno strumento per gestire i tuoi articoli senza uscire dalla dashboard. Utile come pochi.

 

  • Google Drive - Il punto di riferimento per chi vuole condividere il file che riassume tutte le pubblicazioni future con altre persone. Basta nominare un foglio di calcolo, inserire le email e iniziare a lavorare insieme su un documento semplice da usare.

 

  • Google Calendar - Sicuramente la soluzione più completa, la suite con le opzioni necessarie per organizzare un calendario complesso, articolato, ricco di pubblicazioni. Anche in questo caso basta inserire le email per condividere.

 

Tutto questo può essere decisivo per il risultato finale, ma alla base c’è sempre una base di partenza funzionale. In questi casi io preferisco sempre partire da un modello Excel: per l’occasione posso consigliarti la soluzione che uso ogni giorno.

 

Tool per calendario editoriale: vuoi aggiungere qualcosa?

Lo so, ce ne sono tanti di strumenti per produrre un calendario editoriale. Ma sai cosa? Non puoi gestirli tutti, la quantità non è sinonimo di qualità. Non è detto che tutto si ritrovi in questo flusso.

Spesso devi togliere il superfluo per ottenere il massimo, anche se i tuoi consigli sono sempre benvenuti: lascia i tool che usi ogni giorno per creare il tuo calendario editoriale nei commenti di questo post.

 

Tweet: yourbrand.camp
Tutti gli strumenti per pianificare le pubblicazioni del blog

#Bloggingtips #YBC @RiccardoE

 


 


Potrebbero interessarti anche:

Come migliorare il visual del tuo food blog

7 modi per investire (il giusto) e fare blogging spendendo

Come posso far conoscere il mio blog?

Le (vere) differenze tra blog e sito web

Come diventare influencer scrivendo sul blog

Come ottimizzare il tuo travel blog (e iniziare a guadagnare)

Come creare un food blog: strategia e contenuti

Come ottenere link al proprio blog: 4 strategie che funzionano

Come aumentare le visite del blog con il tag title

5 video che miglioreranno i post del tuo blog

Come pubblicizzare il blog e aumentare la visibilità dei post

Voglio aprire un blog: 5 dubbi che devi risolvere ora

Video blogging: l’attrezzatura necessaria per fare video di qualità

L'affiliazione è un buon modo per guadagnare col blog?

Microcopy per blogging: come migliorare i tuoi testi

Perché un blogger deve fare content curation?

3 fonti da analizzare per migliorare i tuoi video

Come diventare un blogger produttivo

Video e podcast: canali alternativi per fare blogging?

Blogging: qualche consiglio per iniziare e non mollare

7 plugin Firefox indispensabili per fare blogging

Il tuo ecommerce ha bisogno di un blog?

Come e perché creare una landing page per il tuo blog

5 esempi di grande video blogging

5 consigli per iniziare alla grande il tuo Vlog

Come scoprire e ringraziare chi ti linka

Video Blogging: perché comunicare con i video?

Blogging efficace: scrivere per raggiungere risultati

Commenti del blog: quale piattaforma scegliere?

Gestire una redazione di blogger: 6 strumenti indispensabili

Come scegliere il font per il tuo blog

Strategie di blogging: come fidelizzare il lettore con i contenuti

7 tool che cambieranno la tua vita di blogger

Quali sono gli obiettivi del tuo blog?

I commenti di un blog sono veramente importanti?

Tag title e description: come accontentare Google e lettori

Google Analytics: 4 metriche indispensabili per un blogger

Come integrare i video in una blog strategy

Blog tour e turismo: binomio perfetto

Quando il blog diventa slow web

Blog e immagini: 9 strumenti per semplificarti la vita

Aziende e agenzie: come scegliere un blogger

Vuoi dare nuova vita ai vecchi post?

Blog aziendale: è proprio necessario?

7 plugin Wordpress veramente indispensabili

La blogosfera in Italia: a che punto siamo?

Visual Storytelling: le migliori app per photocollage

Un blogger tutto per te (e quando ti ricapita?)

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, webwriter e blogger freelance. Si occupa di formazione per professionisti e PMI, tiene corsi di formazione dedicati al mondo della scrittura online. Ha scritto un libro: Fare blogging, il mio metodo per scrivere contenuti vincenti. Il suo obiettivo: trasformare ogni blog in uno strumento per raggiungere grandi obiettivi.

Seguimi su: