Blog tour e turismo: binomio perfetto

Viaggiare e raccontare un mondo nuovo, guardare attraverso le esperienze degli altri. Un blog tour può essere la soluzione decisiva per risollevare le sorti di una località. A patto che ci siano professionisti a capo dell’iniziativa. 

Conosco bene la storia. Il web marketing viene visto come la soluzione definitiva per il settore turistico, come la cura ultima per risollevare un ristorante o un albergo dalla crisi. Facebook ti permette di raggiungere migliaia di utenti a costo zero, o almeno così dicono. Dicono la stessa cosa anche per Twitter, ma la verità è molto diversa.

 

Lo stesso discorso vale per il discorso blogging. Facciamo un passo indietro: cos'è un blog aziendale? Uno strumento per raccontare, per intercettare potenziali clienti con contenuti utili. Ma basta pubblicare per ottenere buoni risultati? Basta essere online per raccogliere i frutti del content marketing, e più in generale di un’azione di web marketing?

 

Risposta scontata: no, non basta. Non basta navigare nel mare della mediocrità perché non è semplice raggiungere l’attenzione di una massa capace di fare la differenza. Soprattutto se l’obiettivo non è solo quello di crescere singolarmente ma di dare una vera e propria svolta a una realtà turistica. Ecco perché il concetto di blog tour è diventato centrale.

 

Cosa è un blog tour?

La definizione è semplice: devi organizzare una vacanza nel luogo che vuoi pubblicizzare. I “beneficiari” di questa iniziativa sono dei travel blogger, ovvero delle persone che hanno determinate competenze nel settore viaggi e nella narrazione attraverso i social media. Detto in altre parole, devi ospitare un gruppo di persone (di solito quattro o cinque) per fare in modo che parlino del luogo.

 

Aspetta, forse ho usato un termine non adatto. Non devono semplicemente parlare di un luogo: lo devono raccontare, devono sfruttare la loro esperienza e la loro sensibilità per individuare gli elementi che potrebbero far scattare l’interesse del pubblico per una località, per un museo, per una spiaggia, per un ristorante o un albergo.

 

Un blog tour è esperienza allo stato puro, è storytelling. Un blog tour è un luogo che si pubblicizza attraverso mezzi non convenzionali, e che sfrutta la forza della rete per farsi conoscere. Dietro ai messaggi che vengono inviati non ci sono media tradizionali, non ci sono comunicati stampa e inserzioni pubblicitarie. C’è solo l’esperienza di chi se ne intende di viaggi.

 

Tweet: yourbrand.camp

Ecco perché tutti parlano dei blog tour (ma funzionano?)

#Bloggingtips #YBC @RiccardoE  

 

 

 

Questo il valore aggiunto di un blog tour

L’esperienza. Questo è il valore aggiunto. La narrazione dell’esperienza. La parola di chi ha vissuto realmente un posto e lo ha raccontato attraverso strumenti e logiche diverse da quelle aziendali. Quali sono questi strumenti? In primo luogo i social che colgono l’essenza del real time (sta succedendo qui e ora): Twitter, Instagram, Facebook.

Si sceglie un hashtag per identificare tutti i messaggi attraverso i social, si definiscono delle linee guida per la pubblicazione dei messaggi, si individua un programma per impegnare i blogger e portarli alla scoperta del territorio: il blog tour è esperienza diretta. Ma è anche un percorso che si svolge a giochi chiusi, quando i blogger tornano a casa e pubblicano il resoconto di viaggio. In questo caso il blog è un vero e proprio diario in cui inserire tutto quello che l’autore ha visto, toccato, assaggiato e sentito.

 

Riusciresti a ottenere un risultato simile con mezzi differenti? Non credo. Le persone cercano informazioni ed emozioni sul web: il blog tour è capace di riunire queste formule con un’efficienza unica. Soprattutto, sfruttando tutti i codici comunicativi che compongono un grande contenuto: testo, foto, video. Vuoi un esempio concreto di tutto questo? Dai uno sguardo al progetto Storie da Vivere in Trentino alto Adige.

 

Tweet: yourbrand.camp

Raccontare l’esperienza di un luogo attraverso il blog tour

#Bloggingtips #YBC @RiccardoE  

 

 

 

Blog tour: la tua opinione

Cosa si nasconde dietro a un blog tour di successo? Questa domanda merita un approfondimento dedicato, sto già preparando un articolo dedicato all’organizzazione di un blog tour prendendo come spunto il mio lavoro per #anacapriwhynot. Adesso rivolgo a te la domanda: secondo te il blog tour rappresenta una reale spinta per il turismo in Italia?

 

Tweet: yourbrand.camp

Turismo in Italia: dobbiamo puntare sui blog tour?

 #Bloggingtips #YourBrandCamp #YBC @RiccardoE  

 

 

 

Potrebbero interessarti anche:

Quando il blog diventa slow web 

Blog e immagini: 9 strumenti per semplificarti la vita

Aziende e agenzie: come scegliere un blogger

Vuoi dare nuova vita ai vecchi post?

Blog aziendale: èproprio necessario?

7 plugin Wordpress veramente indispensabili

La blogosfera in Italia: a che punto siamo?

Visual Storytelling: le migliori app per photocollage

Un blogger tutto per te (e quando ti ricapita?)

 

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, webwriter e blogger freelance. Si occupa di formazione per professionisti e PMI, tiene corsi di formazione dedicati al mondo della scrittura online. Ha scritto un libro: Fare blogging, il mio metodo per scrivere contenuti vincenti. Il suo obiettivo: trasformare ogni blog in uno strumento per raggiungere grandi obiettivi.

Seguimi su: