Come scoprire e ringraziare chi ti linka

Uno dei punti fondamentali per migliorare il tuo blog? Ottenere buoni link in ingresso. In questo modo puoi aumentare le visite referral ma, soprattutto, puoi lavorare sull’ottimizzazione SEO off page. Ma come scoprire chi ha deciso di inserire un link al tuo blog?

 

Il lavoro di ottimizzazione SEO si divide in due attività fondamentali: on-page e off-page. Nel primo caso lavori sul codice e sul testo, fai in modo che la lettura da parte di Google sia facile, agevolata. E che si focalizzi su una ricerca specifica. Utile ai lettori. Ben definita intorno alle esigenze dei potenziali lettori. Poi c’è il lavoro off-page che cerca di influenzare i segnali che prescindono dall’attività diretta del blogger.

 

Nella maggior parte dei casi, gran parte del lavoro SEO off-page si definisce intorno ai link in ingresso. Questi elementi, infatti, sono decisivi per il migliorare il posizionamento delle tue pagine web. Però devono essere naturali, spontanei, inseriti per premiare il reale valore della tua attività.

 

Con un blog è spontaneo (almeno dal mio punto di vista) lavorare sul concetto di link earning. Questa attività comprende tutte le azioni che ti permettono di guadagnare link senza forzature. Producendo grandi contenuti, utili ai blogger che lavorano nel tuo settore e che possono trovare utile linkarti.

 

Come scoprire chi linka le tue pagine?

Ottenere link in ingresso non è semplice. Devi lavorare sodo, devi pubblicare contenuti utili, capaci di intercettare le esigenze degli altri blogger. In che modo? Con post ben strutturati, ma anche con guide, e-book, infografiche, webinar. Ci sono tante soluzioni, e ognuna deve essere studiata nei dettagli per ottenere link in ingresso. Questo è il primo passo: una buona strategia prevede anche un secondo passo. Ovvero scoprire le persone che hanno deciso di linkarti.

 

Come scoprire chi linka le tue pagine? Il modo più semplice: attraverso Google. C’è un operatore di ricerca (link:http://www.nomedominio.it) che interroga la serp e ti permette di elencare le pagine che hanno inserito un link verso una pagina specifica. Basta inserire questa ricerca nel motore di ricerca, ma ti assicuro che questa soluzione è insufficiente.

 

Tweet: yourbrand.camp

Chi ha linkato il tuo blog? Ecco come rispondere a questa domanda

#Bloggingtips #YourBrandCamp @RiccardoE  

 

Anzi, è inutile. Riuscire a ottenere un risultato utile con questo operatore di ricerca è impossibile. I professionisti del settore SEO e blogging preferiscono interrogare dei tool specifici che ti permettono di avere analisi specifiche e precise. Ci sono diversi strumenti gratuiti e freemium che ti permettono di individuare con precisione i link in ingresso. Open Site Explorer, SEMrush, SEOmoz, Majestic SEO: ognuno di questi tool ti permette di individuare i link, e di dividerli in base a caratteristiche ben precise:

 

●Dofollow: link che passano valore per il rank.

●Nofollow: link che non passano valore per il rank.

●Immagine: link che hanno come ancora immagini.

●Anchor text: il testo usato per inserire il link.

 

Questi tool sono precisi, e per ottenere buoni risultati (nella maggior parte dei casi) devi pagare un abbonamento mensile che ti permette di scoprire tutte le risorse che hanno inserito un link verso le tue pagine. Ci sono anche delle risorse intermedie, a  costo zero.

 

Io, ad esempio, per il mio blog uso Blogbabel. Questa risorsa ha come obiettivo catalogare i blog in base a determinate caratteristiche. Ogni blog ha delle schede riepilogative che riassumono diverse attività. Tra queste ci sono le citazioni che gli altri blog fanno al tuo dominio. Piuttosto scomodo, vero? Ogni volta che vuoi scoprire nuovi link devi andare su Blogbabel, e poi sulla scheda del tuo blog. Ma c’è una risorsa che può fare la differenza: il feed delle citazioni.

 

 

Lo trovi nel widget a destra (vedi immagine): se inserisci questo feed nel tuo reader puoi ricevere un avviso ogni volta che qualcuno inserisce un link verso il tuo blog. Questa è una soluzione efficace, abbastanza precisa. La uso da diversi anni e mi ha sempre permesso di scoprire i link in ingresso. Ora però c’è un’altra domanda da risolvere.

Come ringraziare le persone che ti linkano?

Hai scoperto i blog che linkano verso le tue pagine web. Ora devi trovare il modo per ringraziare il webmaster. Perché, ricorda sempre, sono i rapporti virtuosi a trasformare un semplice webwriter in un blogger. Ovvero in una figura capace di accorciare le distanze tra chi scrive e chi legge, tra chi scrive e chi linka il lavoro pubblicato.

 

Ecco perché devi ringraziare chi decide di inserire dei link verso le tue pagine: ha fiducia nel tuo operato, lo mostra chiaramente, e tu puoi mostrare la tua gratitudine. Come? Il modo più semplice: inserendo un commento di ringraziamento. Non un semplice “grazie per il link” ma un intervento capace di arricchire quello è già stato pubblicato. Un buon lavoro di comment marketing ripaga sempre.

 

Puoi anche sfruttare i social, e condividere sui tuoi canali Twitter, Facebook e Google Plus l'articolo che porta il link verso le tue risorse. Magari con menzione all'autore del post per far notare il tuo share, la tua condivisione. Ricorda sempre questo: nulla è dovuto. Non devi per forza condividere gli articoli che hanno linkato le tue risorse. I social rappresentano la tua essenza online, i contenuti condivisi contribuiscono a creare la tua immagine online. Tu sei ciò che condividi.

E tu come ti comporti?

Condividi anche tu i post che ti linkano? E lasci i commenti per ringraziare il webmaster? Come individui le risorse che linkano le tue pagine? Lascia la tua opinione nei commenti: sono sicuro che la tua esperienza può arricchire questo post.

 

Tweet: yourbrand.camp

Ringraziare chi mette un link al tuo blog: i consigli di yourbrand.camp

#Bloggingtips #YBC @RiccardoE  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche:

Video Blogging: perché comunicare con i video?

Blogging efficace: scrivere per raggiungere risultati

Commenti del blog: quale piattaforma scegliere?

Gestire una redazione di blogger: sei strumenti indispensabili

Come scegliere il font per il tuo blog

Strategie di blogging: come fidelizzare il lettore con i contenuti

7 tool che cambieranno la tua vita di blogger

Quali sono gli obiettivi del tuo blog?

I commenti di un blog sono veramente importanti?

Tag title e description: come accontentare Google e lettori

Google Analytics: 4 metriche indispensabili per un blogger

Come integrare i video in una blog strategy

Blog tour e turismo: binomio perfetto

Quando il blog diventa slow web 

Blog e immagini: 9 strumenti per semplificarti la vita

Aziende e agenzie: come scegliere un blogger

Vuoi dare nuova vita ai vecchi post?

Blog aziendale: èproprio necessario?

7 plugin Wordpress veramente indispensabili

La blogosfera in Italia: a che punto siamo?

Visual Storytelling: le migliori app per photocollage

Un blogger tutto per te (e quando ti ricapita?)

 

 

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, webwriter e blogger freelance. Si occupa di formazione per professionisti e PMI, tiene corsi di formazione dedicati al mondo della scrittura online. Ha scritto un libro: Fare blogging, il mio metodo per scrivere contenuti vincenti. Il suo obiettivo: trasformare ogni blog in uno strumento per raggiungere grandi obiettivi.

Seguimi su: