Vuoi dare nuova vita ai vecchi post?

Molte persone mi chiedono come sfruttare articoli già scritti in passato. Domanda interessante, anche perché il blog è proprio questo: un contenitore di contenuti da tenere sempre aggiornati e pronti per essere condivisi. 

Qual è la prima differenza tra un blog e un sito web? La possibilità di creare nuovi contenuti che andranno ad aggiornare la home page. Un sito web è statico, immobile, impossibile da aggiornare con costanza; il blog invece è sinonimo di movimento. Ogni giorno hai una nuova possibilità di creare e condividere contenuti.

Ma cosa accade a quelli vecchi? Cosa succede agli articoli che hai pubblicato, ad esempio, un anno fa? Rimangono in archivio, sono ancora raggiungibile attraverso i link delle categorie e sui motori di ricerca. Ma sono ancora validi? Spesso gli articoli che hai scritto riportano informazioni legate a una realtà che ha subito diverse evoluzioni. Per non parlare delle tue capacità di webwriter: prova a leggere un articolo scritto due anni fa.

Sì, è pessimo. Anzi, non lo pubblicheresti mai perché adesso hai uno stile differente. Hai delle competenze diverse, competenze che puoi usare per creare un piccolo programma di recupero post. Ecco qualche indicazione utile per schematizzare un lavoro che ti può dare grande soddisfazione.

  • Individua gli articoli da aggiornare - Io di solito consiglio di lavorare in questo modo: aggiornare un articolo al giorno partendo dalla prima pubblicazione. In questo modo posso operare in modo schematico, senza lasciare articoli senza un adeguato aggiornamento e dando maggiore attenzione a quelli che hanno più bisogno di cure.
     
  • Migliorare il testo - Questa è la prima azione da mettere in pratica - I testi vecchi sono pessimi, non li riconosci come tuoi. Quindi devi rileggere con attenzione il testo e migliorare tutto quello che per te deve essere ottimizzato. Lavora anche sulla leggibilità e sulla sintassi: quando lasci l’articolo deve essere praticamente perfetto.
     
  • Cambia le immagini - Spesso le immagini sono da cambiare perché troppo piccole o troppo grandi dopo l’ennesimo cambio di template: andavano bene quando il blog aveva articoli larghi 600 px ma ora che sono 750 px lasciano spazi inutili e brutti da guardare. Dai nuova vita la visual dei tuoi articoli grazie ai potenti tool che sono disponibili oggi, come Canva e Picmonkey.
     
  • Inserisci link interni - Nel corso degli anni hai pubblicato tanti articoli, e quando hai scritto i primi post non avevi tante risorse da linkare. Nella revisione puoi inserire qualche link interno verso le risorse più importanti. Ricorda che i link interni sono importanti per permettere al lettore di scoprire nuove risorse.
     
  • Cerca nuove informazioni - A volte gli articoli (soprattutto quelli di opinione) hanno bisogno solo di una rinfrescata. In altri casi, invece, devi integrare delle informazioni legate alle novità del settore. Ad esempio, se pubblico un articolo dedicato a Google Plus probabilmente dovrò cercare nei blog di settore e nelle informazione base per capire se ci sono stati upgrade, se sono state aggiunte delle funzioni utili per il lettore.
     
  • Metti in evidenza il post - Nuove immagini, testo rinfrescato, nuove informazioni. Il tuo post è perfetto adesso, perché non gli dai un po’ di visibilità? Usa i social per ripubblicare questo post e portare nuove visite al blog: chi ti segue da poco leggerà con piacere i tuoi vecchi post. Inoltre puoi usare la funzione di Wordpress per mettere l’articolo in evidenza fino alla pubblicazione del nuovo contenuto.

Tweet: yourbrand.camp6 passaggi per migliorare i vecchi contenuti del tuo blog.
#Bloggingtips #YourBrandCamp #YBC @RiccardoE  

 

Basta questo per ridare vita ai tuoi contenuti? A volte il contenuti ha solo bisogno di una rinfrescata, a volte invece l’argomento si è evoluto in modo diverso e ha bisogno di un approfondimento corposo. Hai bisogno di un nuovo articolo. Quindi pubblico un nuovo articolo e aggiungo al vecchio post una nota che rimanda all’aggiornamento.

Un ultimo consiglio: lascio in una cartella i principali articoli che hanno bisogno di una revisione costante. Questo accade soprattutto ai post dedicati a singole applicazioni o programmi che si evolvono rapidamente. Ricorda: il contenuto di qualità vince sempre.

Tweet: yourbrand.campContent strategy: aggiorna i tuoi articoli migliori.
#Bloggingtips #YourBrandCamp #YBC @RiccardoE  

 

 

Potrebbero interessarti anche:

Blog e immagini: 9 strumenti per semplificarti la vita

Aziende e agenzie: come scegliere un blogger

Blog aziendale: è proprio necessario?

7 plugin Wordpress veramente indispensabili

La blogosfera in Italia: a che punto siamo?

Visual Storytelling: le migliori app per photocollage

Un blogger tutto per te (e quando ti ricapita?)

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, webwriter e blogger freelance. Si occupa di formazione per professionisti e PMI, tiene corsi di formazione dedicati al mondo della scrittura online. Ha scritto un libro: Fare blogging, il mio metodo per scrivere contenuti vincenti. Il suo obiettivo: trasformare ogni blog in uno strumento per raggiungere grandi obiettivi.

Seguimi su: