Viaggi e finanza. Due blog diversi con due punti in comune: talento e valore

Sull’internet c’è tutto. L’abilità sta nel trovare la propria nicchia, il proprio angolo prospettico e nello sviluppare, con capacità e competenza, il giusto modo per raccontarlo.

Continua la mia ricerca nelle sterminate praterie della blogosfera alla ricerca di blogger talentuosi e contenuti di valore. Prima di presentarvi i due casi in esame oggi, vorrei illustrare brevemente cosa intendo per talento e valore.
Il talento è, per me, la trasposizione in materia di ciò che è nel pensiero, nel modo più preciso possibile. Quanto più il prodotto si avvicina all’idea che ho dello stesso, tanto più grande è il talento. Il valore è offerto dalla capacità di apportare una visione nuova, un punto di vista unico ad un segmento del sapere
.

La prima ospite di oggi si chiama Cabiria. E no, non è un nome di fantasia, si chiama davvero così. E mai il detto latino Nomen Omen fu più azzeccato. Cabiria, dall’indoeuropeo Kabir che significa grande e potente, è fedele alla sostanza del proprio nome. Il suo è un blog che vi cattura, ammaliante e potente come un cibo afrodisiaco o una formula magica sussurrata in una lingua antica di cui si sono perse le tracce.

Nel suo blog Trip or Treat si parla di viaggi, di atmosfere, di sogni ad occhi aperti immortalati dalla sua macchina fotografica e descritti dalla sua penna. Ogni post è la porta verso un luogo incantato e poco importa se Cabiria ti racconta del significato antropologico del tatuaggio o del suo viaggio in un’India narrata con la semplicità di chi sa uscire dai propri abiti culturali e infilarsi in quelli del Paese che sta visitando, con semplicità e senza pregiudizio.

Mi sono persa nel tempo e nello spazio e se Cabiria c’è riuscita con una lettrice critica come me, c’è da esserne certi. Perdetevi e gioitene, tanto c’è persino una sezione con la geolocalizzazione dei post, tanto per offrirvi l’effimera illusione di avere controllo sull’emozione che vi catturerà.

 

Tweet: yourbrand.campUn Travelblog deve farti vivere dal divano il viaggio con l'intensità di chi lo fa

#Travelblog #YBC @VeroBarz

 

 

E poi c’è lei: Elisabetta Massa che nel suo blog  I buoni del tesoro vanno in Paradiso? affronta temi tosti e per definizione noiosi, come quelli collegati alla Finanza, in modo davvero nuovo, fresco, ironico e brillante.
Io, che in un momento buio della mia vita, mi sono sparata un corso da 900 ore su Amministrazione Finanziaria e Controllo di Gestione e ne sono uscita senza averci capito una cippa, ho finalmente fatto un po’ di chiarezza concettuale su questo mondo a me ignoto, e tante risate, proprio grazie al suo blog.

La Finanza permea le nostre vite, tanto vale farci amicizia, no? Ho capito finalmente come scegliere la banca applicando i criteri di selezione che si dovrebbero utilizzare per la scelta del partner (mi sono appuntata tutto, sono sicura che da oggi in poi sceglierò meglio per il mio conto corrente e per il mio cuore) oppure come funziona il ciclo del mercato pensando alle mucche.
Qualunque argomento, anche quello apparentemente meno friendly  e tecnico, può essere comunicato  in modo comprensibile. Con talento e capacità si riesce addirittura a renderlo un argomento piacevole e divertente. Insomma, che avrei riso e imparato leggendo un blog di Finanza, non l’avrei mai ritenuto possibile. Ci ha pensato Elisabetta a farmi ricredere.

Non so se davvero fu Einstein a pronunciare queste parole, ma credo fermamente che chiunque scriva, chiunque si occupi di Content Marketing e Blogging dovrebbe appendersi sul muro questo aforisma e rileggerlo più e più volte durante il giorno.
 

Tweet: yourbrand.campNon hai compreso qualcosa fino a quando non la sai spiegare a tua nonna

#ContentMarketing #YBC @VeroBarz

 

 

Sono davvero soddisfatta di aver scoperto queste due blogger e voi?

 


 

Potrebbero interessarti anche:

A caccia di blogger. Prima puntata.

 

Veronica Barsotti

Nasco antropologa e vivo da etnologa digitale. Ho fatto dell'osservazione partecipante il mio stile di vita e del Digital il mio mondo da esplorare. Onnivora di esperienze, libri, volti e relazioni. Dove non arrivo con l'empatia, mi gioco l'ironia. Odio le rime.

Ho un sito: www.veronicabarsotti.it

Seguimi su: