Videomarketing: personal branding all'ennesima potenza

Il personal branding è sempre più centrale nelle strategie di comunicazione, di relazione e di marketing in rete. Chiunque voglia sfruttare appieno la potenza e le opportunità del web deve assolutamente sfruttare questa leva e mettere in evidenza le proprie competenze, i propri interessi e le conoscenze. Nulla è meglio dei video per questo scopo. Meglio se live.
 

Cos’è la rete? Se avete risposto “uno strumento” oppure “un mezzo” siete fuori strada, perché essa non è altro che “tutti noi, connessi”, come ci spiega chiaramente il sito newclues.cluetrain.com, recente aggiornamento del celebre Cluetrain Manifesto del 2000.

Tutti noi: un insieme disomogeneo di teste, talvolta addirittura pensanti, che interagiscono tra loro, creano e consumano contenuti, influenzano e sono influenzate, partecipano a discussioni, pongono domande, intervengono per esprimere la propria opinione. In questo disordinato groviglio di connessioni, per sfruttare al meglio le opportunità offerte dalle relazioni che ne scaturiscono, occorre valorizzare al massimo la nostra identità, mettendo chiaramente in luce: chi siamo, quali sono i nostri interessi e le nostre competenze, in che ambiti possiamo o vogliamo interagire. Questo e molto altro, perché la rete funziona davvero e soltanto se i suoi nodi (le teste pensanti) svolgono bene il loro ruolo, si “qualificano” e si rendono disponibili per tenere collegate più persone, a più livelli, in un vero network sociale in grado di generare interazioni, collaborazione e sinergia.

Di Personal Branding se ne parla ormai da anni e in molti modi ma dall’era dei social media in avanti questa attività è diventata cruciale. Il problema non è quello di diventare a tutti i costi un influencer, un opinion leader o un polo di attrazione. Al contrario, il punto è rappresentarsi per ciò che si è, come fanno le navi in mezzo al mare o gli aerei nel cielo, per difendere se stessi e per relazionarsi con gli altri nel modo corretto, aumentando le opportunità e diminuendo i rischi. Troppo spesso chi parla (a sproposito) di Personal Branding si riferisce piuttosto alla pratica, diffusa e odiosa, del “personal building”; proprio come i culturisti con i muscoli. Infatti, è possibile “pompare” la propria personalità ed erigersi a guru o a star del proprio ambito professionale anche se non se ne hanno i requisiti. Ovviamente questo è un grave errore e va evitato, perseguendo piuttosto un percorso di crescita e di elevazione personale e professionale, che metta in luce chi siamo davvero e quale livello di interazione e di sinergia possiamo offrire a chi intenda interagire con noi.
 

L'uso dei video per il Personal Branding

A questo scopo, l’uso dei video può davvero rivelarsi un ottimo strumento che non dovremmo mai sottovalutare. A differenza di altre forme di comunicazione, infatti, questi ci permettono di mostrarci davvero per quello che siamo, con le nostre espressioni, il nostro modo di muoverci e di parlare, la nostra voce, i nostri piccoli tic e tutto ciò che più ci caratterizza. Se parliamo di video, inoltre, oggi parliamo soprattutto di video in diretta (live streaming) e di interazione in tempo reale con chi sta guardando quello che facciamo o che diciamo. I Social Network elevati all’ennesima potenza! Questa nuova modalità di interazione, disponibile (gratuitamente) anche su YouTube, Periscope, Facebook e altre piattaforme, rappresenta davvero un ottimo punto di partenza per chi vuole sperimentare in ambito videomarketing.
 

Tweet: yourbrand.camp

Personal Branding con video? Se strategia è buona funziona alla grande!

@Cla_Gagliardini su #YBC #livestreaming

 


Ogni sessione “live”  genera contatti, interazioni, coinvolgimento diretto e, soprattutto, consente a chi la effettua di tenere saldamente la palla in mano, portando la conversazione sulle tematiche di suo interesse e rafforzando la propria autorevolezza, perché esporsi direttamente e senza filtri è sempre un rischio apprezzato dal pubblico.

Non è soltanto metterci la faccia ma soprattutto metterci la testa e il cuore per fare la sola cosa che funziona sui social: interagire, coinvolgere, condividere idee, pensieri, conoscenza e competenze, per generare nuove opportunità e per crearci un perno su cui il nostro ingranaggio possa girare veloce, senza intoppi, generando valore e fatturato.
 

Tweet: yourbrand.camp

Personal Branding: sincerità, disponibilità all'interazione. Lo fai con i video?

@Cla_Gagliardini su #YBC

 

 

Ricordate: “internet siamo tutti noi, connessi”, ma per funzionare davvero ciascuno di noi deve ritagliarsi un ruolo preciso e mettere a frutto le proprie competenze, rendendole evidenti, chiare, sinergiche e interagibili con altre teste e altre competenze.

Non c’è nulla che possa far questo meglio di una strategia di videomarketing, meglio se “live oriented”.

 

 

Potrebbero interessarti anche:


Video Marketing: Google Hangouts

Video Marketing: avete provato Periscope? 

Video Marketing: uno dei trend più promettenti del 2016

Influencer Marketing (o relazioni)?

Real Time Marketing: opportunità e rischi

ZesTrip: il turista è ambassador del territorio in Rete

Vini genuini, creatività e successo all'italiana

INK Project, quando cambiare è scritto nel...gioiello!

ShapeMe, cambiare vita...ma anche i fianchi

Baskin, un vero sport inclusivo

Allevare alpaca, a Barberino Val d'Elsa

Il Borgo di Apricale, accogliente come mai

Produrre seta in Calabria, un sogno possibile

Accoglienza e disponibilità: i segreti del successo nel turistico-ricettivo

La locanda dei 2

Storie italiane, cronache di un Paese che ce la fa

 

 

Claudio Gagliardini

Sono un esperto di Webmarketing,  Social Media Marketing e Digital PR. Non sono un nativo digitale, ma sono un'entusiasta sostenitore della Digital Transformation e della necessità di (in)formare le aziende, i professionisti e la società civile sul grande cambiamento in atto. Quando, come e perché utilizzare i Social Media e le piattaforme della rete all'interno di una strategia di marketing è il fulcro del mio lavoro.

Seguimi su: