Prosegue il nostro excursus attraverso le più diffuse tecniche di vendita, basate su studi di Psicologia e Neuromarketing, a cura di Francesca Ungaro. Torniamo a chiederci: siamo veramente liberi di scegliere cosa acquistare? 

Cosa succede nel nostro cervello in risposta a prodotti, pubblicità e brand? Quali sono le principali strategie che spingono all'acquisto? Lo studio di questi fattori è determinante e si chiama Neuromarketing.

L'esposizione e la ripetizione prolungate di immagini, parole, suoni e altri stimoli attiva uno specifico fenomeno del tutto inconscio chiamato Priming. A livello subliminale, nella Comunicazione, nell'Advertising e nel Marketing sui Social Network, oggi è di uso comune. 

Nell’interazione continua tra noi e il mondo che ci circonda uno dei rischi maggiori è quello di perdere la nostra Autenticità.
Quello che siamo dentro a prescindere da ogni condizionamento. 

Se manca si sente subito, come mancasse uno scintillio, un colore: è l'autenticità. 

 

L’effetto sorpresa - anche se si cerca di liberarsene - ha una doppia faccia: non è solo quello che si teme, ma è quello che tiene incollati a un video, un film, un libro, perché ce n’è un gran umano bisogno. 

"E' come la nostra grande occasione per poter riparare qualcosa che non è la bicicletta. Puoi riparare una persona."

Quanto c'entra lo stupore con l'esperienza d'acquisto? Più di quanto pensi! In un Marketing più umano vince la nostra accoglienza e, quindi, la fiducia. Riflessioni sulll'arte di meravigliare il cliente... 

Aiutare o cercare il conflitto: come scegli di gestire la tua Aggressività?