Esercizi di stupore per un marketing emozionale

Quanto c'entra lo stupore con l'esperienza d'acquisto? Più di quanto pensi! In un Marketing più umano vince la nostra accoglienza e, quindi, la fiducia. Riflessioni sulll'arte di meravigliare il cliente... 


C'è una fiamma in noi, in tutti noi, che assomiglia molto a un dono e che, invece, spesso perdiamo nel niente. Smarriamo nel tempo. Lo stupore. Eppure non serve tornare bambini, come non serve tornare a giocare per esplodere in una risata. Basta molto meno. Basta non avere paura.

Stupore e Meraviglia sono emozioni incredibilmente forti, tanto forti che se le nascondiamo è perché ne abbiamo paura.
Di essere considerati ingenui. Di apparire immaturi, come dei bambini appunto. Lo ripeto: stiamo parlando di emozioni incredibilmente forti: ecco perché se ne parla così poco.
 

Tweet: yourbrand.camp
Accettiamo di stupirci: saremo più potenti.

#coaching #YBC @franciungaro


Qual'è l'origine della nostra Curiosità? Da dove iniziamo a imparare come funziona il mondo?
Si dice che la Curiosità sia la fonte principale dell'Intelligenza Umana. Ed è proprio così, perché è la spinta più forte che l'Uomo ha per realizzarsi: per agire, per crescere, per costruire relazioni e progetti, per creare nuove cose, nuova vita, nuovi spazi, nuove strade e imparare a non invecchiare mai.


Una bambina e la sua altalena

Dalla mia esperienza di Psicologa Clinica, posso raccontarvi alcune storie: dimostrano tutte che i pazienti psichiatrici sono i primi a meravigliare noi.
Durante il tirocinio, ho avuto in cura una bambina cieca. Cieca dalla nascita, con le pupille tutte blu. E nessun tipo di lamentela o pietismo. Era una bambina piena di vita, difficile anzi da tenere ferma. Estremamente coraggiosa. Lei certo non aveva paura di stupirsi e, anzi, sembrava cercare tutte le strade possibili per farlo. Anche le più pericolose.
Quello che voleva quotidianamente – testardamente – da me era che io la mettessi su un'altalena.Voleva dire salire su un'asse, tenuta da due catene chissà dove, e prendere la rincorsa verso il buio. Voleva dire scontrarsi e andare a sbattere tutto il suo corpo e il suo viso contro il muro del buio.
Eppure lei rideva. Perché ogni volta sognava, ogni volta si stupiva, ogni volta si sentiva più forte e più potente.

 

 

Sì, a stupirci ci si sente più potenti: siano finalmente in grado di riconoscere senza timori tutto il mondo di scelte e di opportunità che abbiamo.
Finchè continueremo a meravigliarci e a provare stupore non potremmo che vincere gli ostacoli davanti a noi.
Finchè continueremo a stupirci non potremo che essere ogni giorno più forti.

 

E nel Marketing?

Pensiamo alle campagne di Marketing più convincenti, quelle che ci sono realmente rimaste in testa.
Ho uno video in mente, per comprendere il valore del silenzio che precede lo stupore e la meraviglia.
E' lo spot pubblicitario del mio caro amico Andrea Gherpelli, attore di teatro e televisione realizzato per Wind Italia:
 

 

 

E non posso non condividere con voi un'altra campagna contro il bullismo, che tocca il cuore e proprio per questo è diventata virale:
 


Ti aspetti la competizione? No, la risposta è l'amicizia. Ti aspetti la guerra? No, la risposta è unirsi insieme per il bene di tutti.
Quale messaggio più meraviglioso di questo? Ti stupisci. In pochi giorni questo video ha fatto il giro del mondo.

La Viralità avviene perché le emozioni suscitate uniscono, ci restituiscono la parità tra esseri umani, rompono gli schemi mentali e il gioco dei ruoli – spezzano la distanza e la differenza tra venditore e cliente -.
Vanno verso il Pensiero Laterale che è l'unico capace di creare vera condivisione.

Con il beneficio di tutti, perché quando l'emozione condivisa finirà, avrà lasciato in noi un sentimento importantissimo: una maggiore Fiducia uno nell'altro. Anche nel cliente.
Ascoltiamolo, il cliente.
Ognuno è diverso e ognuno ha bisogno di vivere lo stupore dell'esperienza d'acquisto.
 

Tweet: yourbrand.camp
#Stupirsi mentre si acquista è il sogno di un Marketing umano e umanizzato.

#coaching #YBC @franciungaro

 

Stupire e far meravigliare il cliente oggi è tutto quello che fa la differenza!
E' il sogno di un Marketing umano e umanizzato, dove vince la nostra accoglienza e, quindi, la fiducia che il cliente capisce che può avere in noi.
Un cliente che, allora, ci regala una parte segreta di sè. Quella parte intima in cui regnano esperienze passate e aspettative future.
Il nostro compito è proprio quello di colmarlo, questo spazio interiore realizzando i suoi sogni.

 


 

 

Francesca Ungaro

Webwriter e Content Manager. Formatrice e Consulente. Psicologa Clinica. Ho lavorato come Responsabile della Comunicazione Corporate e come Coach aziendale. Psicologia e scrittura sono le realtà che si intrecciano da sempre nella mia vita.

Seguimi su:

http://www.franzrusso.it/insideweb/